Stai navigando con un browser obsoleto. Clicca qui e aggiorna il tuo browser per avere una migliore esperienza di navigazione.

Plantare per correre

Condividi:

Ciao! Si parla molto di plantare per correre, pensando che mettere un plantare risolva problemi.
Secondo me non è corretto per due motivi:
1. bisogna pensare anche alla quotidianità e non solo alla corsa
2. spesso vedo persone correre molto male. Basta imparare a correre e tanti problemi si risolvono senza plantare!

“Ho un problema fisico, quindi ho bisogno di un plantare”..

Di solito, chi ha un problema fisico pensa subito a un rimedio esterno che possa aiutarlo.
Come una pastiglia per il mal di testa.
Il male è il sintomo, ma spesso non è la causa.
Prima bisognerebbe chiedersi “perchè ho questo problema?”.
I casi quasi sempre sono due, spesso presenti entrambi:

  1. corro male
  2. corro troppo (quando corro troppo al 99% corro anche male)

Nella sezione scuola di corsa e nella sezione allenamento descriviamo che tantissime persone corrono troppo e corrono male.
Correre migliora la vita, ma bisogna farlo bene!

La corsa non è traumatica, correre male è traumatico!
L’impatto col terreno non è traumatico: quando sono troppo stanco/a però perdo il controllo del corpo, allora l’impatto può essere traumatico!
Basta imparare a correre nel modo giusto!
Non è difficile, è alla portata di tutti.

Chiedi consiglio a gabriele@outdoorweb.it

Plantari per camminare e plantari per correre

Mettiamo il caso che una persona abbia un problema più profondo, non dovuto ai due casi sopra citati.
Spesso problemi più seri derivano da una noncuranza di problemi fisici minori, che man mano si accentuano fino a diventare insostenibili anche stando a riposo completo. Bisognerebbe prevenire prima di dover curare!

Il problema è serio, vado da un ortopedico o da un podologo che mi visita.
Mi fa un test dell’appoggio.
Se è un test statico, da fermo, che collegamento ci può essere con la corsa? Quasi niente!
La corsa è un movimento dinamico, e un movimento di tutto il corpo!
Per analizzare un problema fisico legato alla corsa, bisogna vedere come uno corre e osservare tutto il corpo, non solo i piedi.

Se mi viene consigliato un plantare per la corsa, ma non per la quotidianità, ha poco senso.
Anche se una persona corresse 5 ore a settimana, quanto incidono in percentuale queste ore di corsa rispetto a tutte le ore della settimana che passiamo in piedi?
Molto spesso si usano i plantari per correre ma non per camminare. E’ un’idiozia!

Plantare e scarpe da running

Infine, se proprio sono stato convinto di dover mettere un plantare a correre, in primis devo fare il plantare e dopo scegliere la scarpa da running! Non il contrario!

Avrò bisogno di una scarpa da running in cui ci sia spazio per il plantare!
Ma se compro una scarpa da running con una forma stretta e troppo giusta di numero, ecco che quel plantare non potrà lavorare bene per ottenere i suoi risultati!
Anzi, spesso darà solo un gran fastidio!
Ne abbiamo parlato in questo video

Vuoi saperne di più?

Visita la sezione ARTICOLI, dove puoi trovare tanti spunti.
E ricorda che il nostro corpo è fantastico e ha un sacco di risorse se sappiamo usarlo al meglio!

Scrivici via social, email, chat, social! RISPONDIAMO!

DOVE SIAMO?
OUTDOOR corso lungogesso 30 Cuneo
presso THE CLUB via galileo galilei 242 Sanremo (IM)
presso Area Zenit, via Stellone 5, Torino
su Skype

Scritto da Gabriele Bonuomo

Articoli correlati