Negozio tecnico

Negozio “tecnico” è un titolo che dovrebbe contraddistinguere quei negozi dove una persona che corre dovrebbe andare a cercare un nuovo paio di scarpe.
Scusate la ripetizione: ben due dovrebbe, non suona molto bene.
Sono però obbligatori perchè negli ultimi anni (magari succedeva anche prima, ma adesso il fenomeno si è allargato) sono proliferati i negozi “tecnici”. Sono proliferate anche le scarpe “tecniche”. I siti web o forum “tecnici”. Oggi tutto è “tecnico”! Anche il cliente spesso, pensa di essere super “tecnico”. È un casino: anche perchè le opinioni in campo spesso non collimano. La parola “tecnico” è talmente inflazionata che ha perso di significato distintivo

Però, onestamente, alcuni tratti distintivi di un negozio “tecnico” (o specializzato) possiamo delinearli. Così facendo creiamo una nuova definizione che si differenzi da “tecnico”, ormai aggettivo inflazionato.  Sta poi al consumatore scegliere dove recarsi e dove comprare:  qui si apre un altro capitolo….
Ecco, come consumatori abbiamo una grossa responsabilità. Oggi scegliere è una grossa responsabilità. Scegliendo abbiamo il potere di “cambiare il mondo”. Anche la scelta di dove comprare una scarpa, seppur banale, è molto influente. Non sottovalutatela. Usate la vostra capacità critica (non quella degli altri) e approfondite gli argomenti, senza preconcetti. Fidatevi poco, ma poi fidatevi. Ma anche quando vi fidate, non spegnete il cervello!
Ma torniamo ai tratti distintivi di un negozio che sia davvero tecnico, un negozio che faccia corretta informazione:
– chi vende scarpe deve correre! deve essere “in forma”, longilineo, non per forza magro, e soprattutto non per forza veloce, chissenefrega (è pieno di corridori forti che vendono scarpe e si fanno pubblicità come venditori in base ai risultati che hanno ottenuto come corridori: ma che vuol dire???)
– un negozio tecnico dovrebbe trattare solo (o quasi solo) running, e derivati (trail, nordic walking, walking)
– un negozio tecnico non si misura in base al numero di brands che tratta: anzi… bisogna fare delle scelte (vedi sezione “BRANDS”), bisogna sposare dei progetti, delle idee. Altrimenti il negozio è un distributore automatico di scarpe
– in un negozio tecnico bisogna poter provare le scarpe camminando o ancora meglio correndo
– in un negozio tecnico bisogna sapere dire qualcosa di più del peso e della categoria  riguardo alla scarpa (vedi sezione “COME È FATTA UNA SCARPA DA RUNNING”)
– in un negozio tecnico dovresti provare almeno (almeno!) tre modelli diversi prima di scegliere
– in un negozio tecnico le scarpe non dovrebbero essere proposte a un prezzo inferiore del loro prezzo ufficiale. Se poi a seguito di una richiesta del cliente si applica uno sconto, questo è a discrezione di ognuno. Ma offrirle già scontate è sintomo che si hanno pochi argomenti, se non lo sconto appunto. In un supermercato quanti prodotti scontati ci sono? Il 10%? In certi negozi “tecnici” i prodotti sono tutti scontati tutto l’anno.

Quante cose: non saranno troppe?

“Io non sono un professionista, non ho bisogno di una scarpa o di un negozio tecnico.„

Questa è una delle frasi che mi irritano di più: cosa vuol dire?
Chi corre, a prescindere dalla velocità e dalla distanza, è un corridore. E’ un atleta. Ha bisogno di materiali tecnici. Ha bisogno di correre bene.
Noi cerchiamo di dare ai clienti delle informazioni per far sì che possano scegliere con consapevolezza, sviluppando anche un proprio senso critico (basato naturalmente su informazioni reali). Diffidate da chi vi dice in 2 secondi “questa è la scarpa giusta per te”.
La scelta della scarpa è un percorso che va creato insieme tra venditore e cliente.

Oggi le cose sono a mio avviso molto lontane dalla descrizione sopra delineata (se avete delle obiezioni in merito sono ben accette). Oggi viviamo in una situazione di superficialità generalizzata.
In questo contesto noi crediamo nella professionalità, nella ricerca, nel dettaglio, nella cura dell’interesse del cliente, che dovrebbe (perchè spesso così non è) essere quello del benessere e della salute.
PS. Aperti alle opinioni di tutti, se ben motivate.